Consigli di web marketing per parrucchieri, saloni e hairstylist

Consigli_di_web_marketing_per-parrcucchieri-e-saloni-di-hairstylist

Sito, SEO, SEM e social: la ricetta per il marketing mix del tuo salone

Se hai un salone e vuoi farlo crescere in questo articolo troverai alcuni consigli per comprendere meglio come fare web marketing per parrucchieri, saloni e hayrstilist in modo efficace. Ormai siamo nell’era digitale, dove gran parte delle interazioni umane ormai avvengono sul web e anche per le piccole attività è fondamentale fare pubblicità online.

Tuttavia, l’universo digitale è sovra popolato da aziende, liberi professionisti, artigiani, e non saper come muoversi può condannare all’oblio e alla dispersione di tempo ed energie, nonché di denaro. Non fa eccezione il marketing e la comunicazione aziendale, che di internet e soprattutto dei social media hanno fatto il loro principale campo da gioco.

Avere una presenza professionale, costante e organizzata su web aumenta l’autorevolezza e la visibilità, incuriosendo chi non ci conosce già e fidelizzando chi è già un cliente.

In questo articolo si vedranno quali sono i metodi per ottenere ottimi risultati, in un ambito particolare come i saloni di parrucchieri e hairstylist, tenendo presente che ogni ambito ha delle caratteristiche peculiari.


Parrucchieri, saloni ed hairstylist hanno bisogno davvero del web marketing?

La risposta è semplicemente si! La domanda a cui è più complesso rispondere è piuttosto come fare il web marketing.

Girando per i social network è facile imbattersi in ogni tipo di contenuto e ormai anche i meno esperti di comunicazione sanno capire quando un messaggio crea interesse e interazione e quando invece è solo ornamentale alla propria bacheca, venendo immediatamente scrollato.

L’obbiettivo è proprio questo: fare in modo che ciò che si pubblica crei interesse e curiosità in chi lo osserva distrattamente mentre sta sul divano o aspetta l’autobus. Per quanto riguarda il mondo dei parrucchieri e hairstylist è comune vedere la classica foto del prima e dopo. Ma è veramente utile?

Non necessariamente! Ci sono milioni di foto del genere sui social e a guardarli risultano tutte uguali; si, è un bel taglio, il parrucchiere ha fatto un miracolo, guarda che bel colore!

Ma non dice nulla su chi l’ha fatto, non crea curiosità nel conoscere l’autore, lo spettatore si gode solo un bel taglio, magari lo ammira, lo invidia pure, ma finisce li.

strategie-SEO SEM social-e-web-marketing-per-parrucchieri-e-saloni-di-bellezza-beauty


Ottimizzare i propri canali social media

Sulla rete ormai i social network proliferano. Per iniziare bisogna capire le caratteristiche di ognuno, dal funzionamento, e cosa fondamentale, sul tipo di pubblico che li frequenta. Per questo motivo la prima cosa da fare è capire quale è il target di riferimento per pianificare una corretta comunicazione.

Ad esempio, per un salone di parrucchieri da donna, in un centro metropolitano come Milano, il target è quasi sicuramente femminile, dai 30 anni in su, con reddito e scolarizzazione alta e interessi per il lusso: in questo caso i canali da tenere sotto controllo saranno facebook, instagram e twitter; per un parrucchiere giovane che fa tagli di tendenza maschili, i social da usare saranno instagram e tik tok, e così via.

Per ognuno di questi canali bisogna adottare delle accortezze che dipendono dal modo in cui vengono usati, ma ci sono delle strategie comuni a tutti che è necessario adottare in via preliminare.

Ottimizzare significa portare al massimo dell’efficienza, e per un account business significa innanzi tutto eliminare contenuti privati, come foto e post che non hanno nulla a che fare con l’attività commerciale: per questo è consigliabile non usare il proprio profilo personale, ma aprirne uno dedicato al proprio business. Qui troverete tutti i consigli di cui avete bisogno!


Mi raccomando al logo, riconoscibile e sempre presente, da usare come immagine del profilo, e magari, nel caso di Facebook, usare una foto con tutto lo staff come immagine di copertina.

Evitare qualsiasi contenuto eccessivamente personalistico. Umanizzarsi va bene, fa sentire il cliente più a suo agio quando verrà di persona, ma troppo lo annoierebbe. Ora che il profilo del salone è ben ripulito si può iniziare a pensare a cosa metterci dentro.


Elaborare un piano editoriale SEO / SEM friendly

Il piano editoriale è la strategia di comunicazione che si vuole adottare. Come detto sopra non può essere soltanto fotografie del prima e del dopo. Bisogna alternare vari tipi di contenuti:

  • contenuti divulgativi, mostrando tecniche particolari, eseguite in prima persona. Questo darà modo a chi guarda il post di incuriosirsi e di fermarsi a guardare, attirando l’attenzione sia sulla tecnica in se, sia su chi la sta eseguendo.
  • contenuti amichevoli, come auguri in prossimità di feste e ricorrenze
  • contenuti prettamente pubblicitari, i famosi prima e dopo, ovviamente mostrando i lavori migliori e che hanno richiesto una specifica abilità.
  • presentare in modo accattivante promozioni e sconti. Questo è un punto fondamentale, da piazzare in modo strategico in particolari momenti dell’anno: Natale, San Valentino,ecc


È importante, però, saper bene come alternare questo tipo di contenuti nonchè il saper selezionare gli argomenti giusti.

il mio consiglio è quello di farsi aiutare da una ricerca delle parole chiavi per selezionare le domande più frequenti che le persone si pongono e dare loro risposta.

Scrivere un articolo sul blog del vostro sito web potrà permettervi di avere una pagina in grado di posizionarsi su google e avrete così a disposizione dei contenuti da pubblicare anche sui social o da utilizzare per le newsletter.

Il gioco in sostanza consiste nel creare dei contenuti di valore e pubblicizzarli!


L’importanza della costantza e della fidelizzazione

A prescindere dal tipo di social network che si è scelto di usare (qui il consiglio è di non voler strafare. Dei tanti, è bene sceglierne solo alcuni, al massimo tre, e lavorarci sopra seguendo la particolare grammatica propria di quel social) è importante avere una presenza costante, per un duplice motivo.


Il primo è che chi è già cliente di un particolare salone, sarà quotidianamente subissato da post dei concorrenti, ed è importante che veda anche i nostri con costanza, per non dimenticare perché ci ha scelto.

Il secondo motivo è l’obiettivo del marketing: cercare di accaparrarsi nuovi clienti. Chi non lo è già, ha sicuramente un suo hairstylist di fiducia ed è arduo che lo cambi con facilità. Lo scopo del marketing per un parrucchiere si basa semplicemente su questo: cercare di convincere qualcuno a provare i vostri servizi.

Per farlo è necessario che si convinca, ed il miglior modo per farlo è quello di essere continuamente stimolato da post e inserzioni interessanti, che gli facciano pensare che il cambio potrebbe portargli dei vantaggi, che possono essere sia economici che qualitativi.

Per questo è fondamentale il mix di tipo di contenuti di cui abbiamo parlato sopra: l’alternanza tra promozioni, risultati e professionalità, avrà sicuramente un certo impatto nel convincimento finale.

La costanza poi farà la differenza e qui entra in gioco il piano editoriale.
Un cliente, o un potenziale cliente, dopo un po’ si aspetterà di vedere i nostri post con sempre maggiore curiosità.


Le inserzioni su Google Facebook

Altra questione fondamentale sono le pubblicità a pagamento. Queste permettono di raggiungere chi ancora non ci conosce. La forza di questi contenuti è che possono essere indirizzati a chi è già interessato ad un certo tipo di argomento o chie effettua una vera e propria ricerca.

Tuttavia, non è del tutto automatico, e l’abilità di chi le propone è quella di scegliere bene e in modo oculato i parametri delle campagne Google e Facebook impostando le giuste keywords, interessi e articolando gli annunci in varie fasi di audience e retargeting.